Storytelling

storytelling

Storytelling

Lo storytelling: di cosa si tratta

Chiamato anche arte della narrazione lo storytelling si connota, oggi, come uno dei più importanti strumenti di comunicazione anche a livello aziendale. 

Questo strumento sta trovando un grande e crescente utilizzo a livello d’impresa dal momento che si connota come uno strumento strategico, in quanto si pone come un’attività capace di accrescere il grado di coinvolgimento e di fidelizzazione del cliente.

Dal punto di vista storico lo storytelling ha origini molto antiche in quanto si basa sull’arte della narrazione nonché sul racconto tramandato, prima in forma orale e, poi, in forma scritta. Secondo questa prospettiva temporale possiamo chiaramente affermare che l’uomo ha da sempre avuto l’abitudine di raccontare storie ed è proprio per questo che lo storytelling si struttura come metodo di comunicazione molto naturale e insito nell’essere umano. 

Ad oggi tale tecnica comunicativa è molto usata in ambito digital dal momento che si pone come mezzo per comunicare in maniera efficace e veloce poiché favorisce il coinvolgimento dei clienti verso propri prodotti aziendali. Serve come mezzo d’interazione con gli attuali e coi potenziali clienti.

Lo storytelling è, quindi, un approccio efficace che trova il suo successo proprio nel fatto che si fonda su un’abitudine profondamente radicata nell’essere umano. Raccontare storie è riconosciuto come il miglior modo per riuscire a tramandare conoscenza ed esperienza, persuadere, coinvolgere le persone.

Lo storytelling come disciplina

Lo storytelling si delinea, di conseguenza, come una disciplina che utilizza i principi della retorica e della narratologia con l’obiettivo di riuscire a inquadrare gli eventi della realtà e spiegarli secondo una logica di senso comune. 

È possibile affermare e riconoscere come l’azione del narrare sia un gesto che si ritrova pienamente nell’esperienza umana tale per cui si può rappresentare in varie forme che connettono pensiero e cultura. 

Le emozioni e la comunicazione delle stesse trovano ampia rilevanza nello storytelling in quanto questo di pone come il loro miglior mezzo di trasmissione.

A tal fine è il discorso narrativo lo strumento che permette di riuscire a rendere comprensibile, comunicabile e facilmente memorizzabile il vissuto. 

Lo storytelling è un processo interattivo perchè il discorso narrativo sottende numerose possibili interpretazioni. 

L’approccio del raccontare le storie serve anche per esaltare ed evidenziare il ruolo e il senso alle esperienze quotidiane. l’insieme di questi elementi porta alla creazione di vissuto umano che acquisisce forma, diventando più facilmente comunicabile, comprensibile. 

Questi fattori, a loro volta, fanno si che sì che un evento, un momento sia più “ricordato”.

Ogni racconto, inconsciamente riporta ad un ricordo e, quindi, ad un confronto. 

Questo fa scaturire una componente emotiva che, a sua volta, va a connotare la storia stessa. 

Le storie, per loro caratteristica e definizione, sono in grado di persuadere in quanto si pongono come mezzo di comunicazione e di concreta condivisione poiché permettono di dare una interpretazione della realtà anche in forma autobiografica. 

Dati questi presupposti le storie narrate risultano, al nostro cervello facilmente comprensibili. 

Gli obiettivi dello storytelling

Come abbiamo precedentemente visto lo storytelling si pone come una tecnica di scrittura neutra, la quale, però, può sottendere differenti obiettivi. questo è possibile per il suo carattere cosiddetto universale. 

Tra i principali obiettivi dello storytelling emergono: 

  • Commerciali: lo storytelling viene impiegato col fine di riuscire a persuadere, vendere, differenziare chi narra la storia dalla concorrenza mettendo in evidenza elementi personali e originali
  • Politici in quanto serve per riuscire a trovare nuovi sostenitori ed elettori
  • Marketing è atto a catturare l’attenzione del pubblico, stimolandone il bisogno di costruire una relazione che sia basata sulla fiducia
  • Pubblicitari è finalizzato a riuscire a promuovere la marca, aumentare la visibilità del brand o dell’azienda
  • Personal branding (brand storytelling) incentiva la promozione delle proprie competenze, esperienze e abilità professionali.

Storytelling aziendale

Lo storytelling è molto importante a livello aziendale, si pone come una vera e propria leva strategica che favorisce la creazione di una interazione duratura con il cliente.

Per ogni azienda la sua storia ha un ruolo fi tipo fondamentale in quanto si pone come mezzo per la gestione ottimale del cambiamento culturale e organizzativo dal momento che serve per riuscire a raccontarlo attraverso nuovi codici e stili linguistici. 

Dati questi presupposti lo storytelling aziendale può serve a “dare un senso” alle azioni della realtà organizzativa quotidiana in quanto crea l’identità d’impresa e costruisce un piano di valori condiviso.

Dal punto di vista imprenditoriale lo storytelling è un mezzo per informare, motivare, orientare o convincere sia i soggetti interni che quelli esterni.

Nel caso in cui i soggetti di riferimento siano i clienti o figure esterne, lo storytelling è atto a convincere a comprare i prodotti poiché pone enfasi sulle componenti emozionali e serve per persuadere nella legittimazione dei propri valori ideali. 

Qualora lo storytelling si rivolga al personale interno serve per creare e ottimizzare la comunicazione tra le parti andando a favorire anche l’allineamento dal punto di vista valoriale.

Si ricorda che una storia aziendale, per avere successo, deve riuscire ad evidenziare e ad esaltare una serie di aspetti vincenti uniti ai caratteri umani e personali. 

Nello specifico, i potenziali clienti si trovano in una condizione in cui amano poter riconoscere per nome i protagonisti della storia. Questo serve per riuscire a offrire una chiara identità all’azienda, al soggetto che ha realizzato effettivamente quel prodotto. 

Lo storytelling serve per favorire la creazione di un contesto all’interno del quale il pubblico deve avere la possibilità di affezionarsi ai personaggi che stanno dietro a un bene o a un servizio. 

Come realizzare uno storytelling efficace

Lo storytelling deve essere anche praticato in modo efficacie

Questo significa che bisogna andare a strutturare un approccio narrativo che si contraddistingue per una struttura interna che risulti familiare per coloro che ne usufruiscono. Questo significa che i protagonisti, ovvero i soggetti che lo “popolano” siano al contempo facilmente identificabili e caratterizzati da un ruolo chiaro. È poi estremamente importante che ci siano una serie di elementi che portino lo storytelling a connotarsi come unico perché solo in questo modo potrà essere rammentato andando a suscitare delle emozioni. 

Il fondatore di StoryCenter, Joe Lambert, riconosce che esistono una serie di fattori chiave che sono in grado di rendere uno storytelling maggiormente efficace

Questi sono: 

  • impiego della prima persona ai fini di creare un migliore dialogo con il pubblico 
  • allocazione | utilizzo di una serie di contenuti coinvolgenti e non banali
  • evocazione | ricordo delle emozioni
  • sintesi ovvero impiego di poche parole efficaci capaci di trasferire molti concetti
  • ritmo adeguato e coerente alle modalità narrative
  • tone of voice ovvero l’uso della voce come timbro, tono e inflessione aiutano la narrazione;
  • colonna sonora: come per la voce, la musica aggiunge profondità alla narrativa.

Brand storytelling

Il brand storytelling si connota come il mezzo attraverso il quale l’azienda comunica a terzi i propri valori. 

Affinché questo sia possibile è necessario che vengano sviluppati una serie di contenuti di qualità. 

Perché tale obiettivo sia possibile è necessario definire un modo chiaro quali siano le finalità della comunicazione e il target di riferimento.

Una volta specificati gli obiettivi diventa necessario approfondire il tipo di carattere, di personalità umana che si ambisce concretamente a dare al brand. 

È come se il brand si connotasse come il vero e proprio personaggio di una storia tale per cui dovrà essere titolare di una serie di caratteriali dominanti.

A tal fine è necessario che questi tratti emergano in modo esplicito e che siano coerenti perché solo in questo modo è possibile evitare di creare confusione e di delineare un messaggio non è efficace.

Si ricorda che in tale contesto figura di particolare importanza la capacità di creare coerenza fra carattere del brand e design del logo. 

In questo ambito lo storytelling deve essere supportato da un design d’impatto che sia, necessariamente, coerente con la storia che si sta raccontando e i valori che si stanno trasmettendo. 

Si ravvisa che l’intera strategia di marketing nel suo complesso deve seguire lo stesso filo conduttore.



NewsletterRicevi le nostre ultime notizie direttamente via e-mail