Fallimento Tag

  • All
  • Altro
  • Antiriciclaggio
  • Bilancio e contabilità
  • Contrattualistica
  • Crisi d'impresa
  • Digital & Marketing
  • Diritti degli animali
  • Diritti reali
  • Diritto
  • Diritto del lavoro
  • Diritto dell'esecuzione
  • Diritto di famiglia
  • Diritto penale dell'impresa
  • Diritto privacy
  • Diritto societario
  • Diritto tributario
  • Formazione
  • Gestione aziendale e finanziaria
  • Management
  • Responsabilità Civile
  • Responsabilità Sanitaria
  • Sovraindebitamento
  • Startup & Brevetti
  • Tecnologia e Innovazione

Il curatore provvede alla distribuzione delle somme ricavate, sulla base della natura del credito (prededucibile, privilegiato, chirografario) L’art.110 L.f. disciplina la ripartizione dell’attivo fallimentare: “Il curatore, ogni quattro mesi a partire dalla data del decreto previsto dall’articolo 97 o nel diverso termine stabilito dal giudice delegato, presenta un prospetto delle somme...

La legittimazione del Curatore fallimentare e l’interruzione dei procedimenti pendenti Secondo l’art.43 della Legge fallimentare, nelle controversie, anche in corso, relative a rapporti di diritto patrimoniale del fallito compresi nel fallimento sta in giudizio il curatore. Il fallito può intervenire nel giudizio solo per le questioni dalle quali può dipendere un’imputazione di...

L’attività di accertamento dell’Amministrazione finanziaria non rileva ai fini dell’ammissione al passivo. La procedura fallimentare è tesa a soddisfare coloro che, alla data della dichiarazione di fallimento, vantano un credito nei confronti del fallito. Per effetto del fallimento, infatti, i creditori possono far valere i propri diritti esclusivamente mediante la procedura...

In caso di insolvenza del datore di lavoro il lavoratore ha diritto a richiedere al Fondo di garanzia istituito presso l’INPS l’anticipazione del TFR e delle retribuzioni maturate negli ultimi tre mesi del rapporto di lavoro.

...

Quando si vanta un credito nei confronti di un soggetto nei casi più estremi, se il creditore continua nonostante vari solleciti a non pagare, si può richiedere al Tribunale competente il fallimento del soggetto in questione.

...

L’imprenditore individuale non è esente di diritto dal fallimento in quanto la legge fallimentare esplicita che sono soggetti alle disposizioni sul fallimento gli imprenditori che esercitano una attività commerciale, esclusi gli enti locali, contro l’impresa individuale quindi potrebbero essere avanzate istanze di fallimento e se vengono superati...

Se un creditore è stato dichiarato insolvente ed è stato ammesso ad una procedura concorsuale bisogna subito attivarsi per cercare di riscuotere il proprio credito rivolgendosi agli organi della procedura, vediamo insieme cosa è opportuno fare in questo caso.

...

NewsletterRicevi le nostre ultime notizie direttamente via e-mail